Cultura e storia…

Le chiese di Cles sono uno scrigno di storia dall’immenso valore culturale e artistico che ne testimoniano l’importanza storica. Al loro interno infatti troviamo dipinti, affreschi ed elementi architettonici di notevole fattura risalenti al Medioevo, Rinascimento e Barocco.

Santa Maria Assunta

La chiesa parrocchiale di Cles è uno splendido edificio in stile rinascimentale clesiano, coluto da Bernardo Clesio. Interessanti sono la pala dell’Assunta realizzato da Pietro Antonio Lorenzoni, pittore clesiano della corte austriaca, e il corredo argenteo donato dalla famiglia Cles nel XVIII secolo. All’interno è murata una lastra tombale in marmo rosso, datata 1400, ornata da una scritta in gotico e dallo stemma nobiliare dei signori di Cles. Il campanile è di stile gotico.

San Vigilio – Frazione Pez

La tradizione indica questa chiesa come la più antica di Cles. L’interno è ad aula unica con un’abside a tre finestrelle. Nell’abside è affrescato il Cristo Pantocratore circondato dal Tetramorfo, mentre sulla sommità dell’arco santo è raffigurata l’Annunciazione. I temi degli affreschi sulle pareti dell’aula sono vari: teorie dei Santi, l’Ultima Cena, la Crocefissione e il Giudizio Universale. Gli affreschi sono datati tra il XIV e il XV secolo.

Santa Maria delle Grazie

(detta La Madonnina). Questa chiesetta di origine trecentesca è stata ricostruita nel 1687. La facciata, a capanna, è ornata da un piccolo rosone e da un portale in pietra. Nel 1945 il pittore Carlo Bonacina l’ha interamente affrescata con le “Storie Clesiane”.

Sant’Antonio e convento Frati Francescani – Frazione Spinazeda

Questo semplice edificio è stato eretto nel 1632, assieme al complesso conventuale. Agli angoli della cinta muraria sono presenti due edicole votive in muratura del XVIII secolo. La facciata della chiesa rivestita in mattoni a vista, ha un portale architravato in pietra bianca e un piccolo rosone centrale Al suo interno sono visibiligli affreschi di Padre Angelo Molinari e i dipindi settecenteschi della scuola degli Unterpergher. L’altare maggiore è ornato da un pala dipinta intorno al 1635 da Pietro Ricchi. Nel convento sono conservate alcune opere di G.B. Lampi e G. Alberti.

Santa Lucia – Frazione Caltron

Questa chiesa in stile tardo romanico fu ricostruita nel corso del XVII secolo e conserva un altare intaglato e dorato e datato 1649, opera di Giacomo Stobl sr. La pala e le “portelle” dipinte appartengono all’altare precedente di scuola rinasimentale tirolese.

Santi Pietro e Paolo – Frazione Maiano

La chiesa, fondata alla fine del XII secolo, fu ricostruita intorno alla metà del XVII secolo. L’interno è a navata unica e presenta una volta a nervature con pareti affrescate verso la seconda metà del XV secolo. L’altare maggiore ligneo è opera di Pietro Strobl sr. Ed è datato 1656

San Tommaso – Frazione Dres

Ricordata a partire dal 1323, la chiesa fu ricostruita nel corso del XV secolo e più volte rimaneggiata. L’interno, a navata unica, presenta una serie di affreschi quattrocenteschi. L’altare ligneo, realizzato nel 1672 da Pietro Stobl jr. fu ampliato nel secondo decennio del XVIII secolo. La pala dell’altare del 1673 è stata realizzata da Mattia Fischer.

San Vito – Località San Vito Alto

La chiesetta di Maso San Vito fu edi cata nel corso del duecento e successivamente ricostruita in forme gotico-rinascimentali all’inizio del XVI secolo. L’altare ligneo fu realizzato nel 1692 da Paolo Strudl. Sulla parete sinistra dell’aula si trovano un armadio ligneo da sacrestia e una cornice, opere della stessa bottega. Accanto all’ingresso un frammento di a resco rappresenta la Madonna che allatta. – proprietà privata –

Santa Maria Assunta – Frazione Mechel

Questa chiesa, terminata nel 1585, è realizzata in stile clesiano- rinascimentale e replica, in dimensioni minori, la parrocchiale di Cles. All’interno si trovano tre altari realizzati in marmo bianco, rosso e nero. L’altare maggiore conserva una pala settecentesca opera di Gian Battista Lorenzoni. Sulla parete di sinistra una tela settecentesca ra gura il Giudizio Universale.

San Lorenzo – Frazione Mechel

La chiesetta, ricordata a partire dal 1390, fu riedi cata nel 1529 ed era la cappella esterna di Castel Firmian. La facciata ovest presenta un piccolo rosone e un portale a sesto acuto. L’aula, con volta a nervature, è decorata con a reschi datata 1521. L’altare ligneo è attribuito a Vigilio Fortunato Prati. Dietro all’altare si conserva un a resco datato 1509.

Santo Crocifisso (detto Sant del Chjatar) – Località Faé

Questo edificio si trova fuori dall’abitato di Cles, sulla strada che porta in Val di Sole. La cappella originaria fu eretta attorno al 1695, la chiesetta fu successivamente ampliata nel 1718 con l’aggiunta di un’aula a pianto ottagonale. All’interno un a resco del XV secolo che ra gura la croce ssione serve come pala d’altare ed è ritenuto miracoloso.